Studj sul Tasso e sul Leopardi

الغلاف الأمامي
Fratelli Gherardi, 1883 - 294 من الصفحات
0 مراجعات
لا تتحقّق Google من المراجعات، ولكنها تتحقّق من المحتوى المزيّف وتزيله في حال رصده.
 

ما يقوله الناس - كتابة مراجعة

لم نعثر على أي مراجعات في الأماكن المعتادة.

طبعات أخرى - عرض جميع المقتطفات

عبارات ومصطلحات مألوفة

مقاطع مشهورة

الصفحة 258 - Ora vi dirò solamente che quanto più leggo i latini ei greci, tanto più mi s'impiccoliscono i nostri anche degli ottimi secoli, e vedo che non solamente la nostra eloquenza ma la nostra filosofia, e in tutto e per tutto tanto il di fuori quanto il di dentro della nostra prosa, bisogna crearlo.
الصفحة 115 - Era la notte allor ch'alto riposo han l'onde ei venti, e parea muto il mondo: gli animai lassi, e quei che '1 mar ondoso, o de' liquidi laghi alberga il fondo, e chi si giace in tana o in mandra ascoso, ei pinti augelli, ne l'oblio profondo sotto il silenzio de' secreti orrori sopian gli affanni e raddolciano i cori.
الصفحة 153 - ... sensi non fortemente legati dal sonno, ma così leggiermente che il mio stato era mezzo fra la vigilia e la quiete, si fece a l'orecchio quel gentile spirto che suole favellarmi ne le mie imaginazioni, e mi chiamò per quel nome che è comune a tutti quelli i quali son nati ne la mia stirpe.
الصفحة 290 - Comparazione delle sentenze di Bruto minore e di Teofrasto vicini a morte...
الصفحة 113 - l seno sporto . Così pur anco a ragionar riprese, Via più che prima dispettoso e torto : O sprezzator delle più dubbie imprese, E guerra e pace in questo sen t' apporto; Tua sia l' elezione : or ti consiglia Senz' altro indugio, e qual più vuoi ti piglia.
الصفحة 122 - n giro accolto poi lo stringe insieme. Sovente, allor che su gli estivi ardori Giacean le pecorelle a l'ombra assise, Ne la scorza de' faggi e de gli allori Segnò l'amato nome in mille guise: E de...
الصفحة 238 - Bella virtù, qualor di te s'avvede, come per lieto avvenimento esulta lo spirto mio; né da sprezzar ti crede se in topi anche sii tu nutrita e culta. Alla bellezza tua ch'ogni altra eccede, o nota e chiara o ti ritrovi occulta, sempre si prostra: e non pur vera e salda, ma imaginata ancor, di te si scalda.
الصفحة 115 - Nox erat et placidum carpebant fessa soporem corpora per terras, silvaeque et saeva quierant aequora, cum medio volvuntur sidera lapsu, cum tacet omnis ager, pecudes pictaeque volucres, quaeque lacus late liquidos quaeque aspera dumis rura tenent, somno positae sub nocte silenti.
الصفحة 121 - Ch' agevoli fortuna il suo ritorno. Onde al buon vecchio dice : O fortunato, Ch' un tempo conoscesti il male a prova, Se non t'invidii il ciel sì dolce stato, Delle miserie mie pietà ti mova, E me teco raccogli in questo grato Albergo eh
الصفحة 99 - Amico, altri pensieri, altri lamenti, per più alta cagione il tempo chiede. • Che non pensi a tue colpe e non rammenti qual Dio prometta ai buoni ampia mercede? Soffri in suo nome e fian dolci i tormenti, e lieto aspira a la superna sede. Mira il ciel come è bello e mira il sole ch'a sé par che n'inviti e ne console. — z88 XXXVII Qui il vulgo de' pagani il pianto estolle, piange il fedel ma in voci assai più basse.

معلومات المراجع